Archivio della categoria: Tecnologia

Come scegliere un servizio di allerta SMS?

I servizi di allerta SMS vengono adottati dalle aziende sia per finalità di marketing (l’sms marketing è infatti uno degli strumenti di web marketing che una impresa può adottare per promuovere i propri servizi) sia per finalità legate alla cura e all’assistenza clienti (si pensi per esempio all’invio di un promemoria via sms in prossimità di una scadenza, oppure all’invio di una notifica via sms per ricordare un evento, per notificare un pagamento ecc).

Gli alert sms (allerte sms in italiano) stanno conoscendo, specie tra le startup e le imprese innovative, una nuova linfa vista anche la questione sicurezza di ricezione: un SMS è un modo di comunicare certo e sicuro rispetto ad esempio ad una email che necessità di una connessione ad internet per essere letta, di un software ad-hoc per essere scaricata (o di un accesso tramite webmail) ed è spesso “infestata” dallo SPAM.

Per ricevere un sms invece è sufficiente avere un telefono cellulare, non importa avere software o Applicazioni installate non importa avere una connessione ad internet.

A livello tecnologico esistono numerosi provider che offrono questo servizio tramite Gateway sms (dei server che possono inviare grandi quantitativi di sms anche simultaneamente). Non solo, attraverso le così dette API SMS è possibile integrare il servizio di invio massivo di SMS in qualsiasi software.

Le api sms infatti consentono agli sviluppatori di utilizzare, in tutti i linguaggi di programmazione, il servizio di invio offerto dai gateway integrandolo nel loro software. Questo significa che se un’azienda ha un gestionale o un e-commerce può far integrare il servizio senza particolari problematiche.

Cosa fare per integrare l’allerta SMS in un software gestionale?

Va quindi da sé che un gran numero di imprese di qualsiasi entità siano portate con estrema facilità all’implementazione di un servizio di allerta SMS nel proprio software di gestione. Sono diverse le destinazioni d’utilizzo possibili per una formula di questo genere, capace di garantire performance molto interessanti ad una determinata realtà aziendale. Chi vuole può utilizzare gli SMS per garantire informazioni di servizio ad un target di clienti selezionati.

Un’altra idea può essere costituita dalla chance di offrire beni e servizi di ottimo livello a prezzi inferiori rispetto a quelli canonici, in promozioni tutte da scoprire e utilizzare. Si possono notificare scadenze di ogni genere, inviare messaggi d’emergenza, fare da promemoria per eventuali appuntamenti, inviare la conferma di ordini e acquisti, inviare password per un qualsiasi account. Le possibilità non mancano e c’è soltanto l’imbarazzo della scelta, al fine di fidelizzare sempre e comunque la clientela.

Come scrivere al meglio un’alert SMS

Organizzare e scrivere al meglio una campagna basata sull’invio di allerte SMS non è così semplice ed immediato. Prima di tutto, è necessario saper scrivere in maniera corretta, inviando messaggi chiari e coincisi per non annoiare il cliente.

La descrizione di una promozione non va fatta nei minimi particolari, ma bisogna mettere in evidenza alcuni punti per suscitare la curiosità di chi si trova dall’altra parte della linea telefonica. Ovviamente, tutto ciò va fatto dopo aver scelto con la massima attenzione i clienti ai quali bisogna inviare un determinato messaggio, magari selezionandoli tra una lista di contatti ben precisi. Ma anche a livello di “assistenza al cliente” le applicazioni sono infinite: notifiche, conferma di ricezione di documenti particolarmente significativi, note di consegna o di reso (e-commerce), messaggi legati a scadenze o ad eventi.

I messaggi SMS non sono il passato della comunicazione ma grazie all’enorme diffusione della telefonia mobile, possono costituire un canale di comunicazione (e di promozione) molto interessante e a costi abbordabili anche per le start-up o le PMI.

Bt Italia, recensioni sul cloud aziendale oggi

BT Italia, le recensioni sulle migliori soluzioni cloud per le aziende e sull’importanza di avere una strategia integrata che ne ottimizzi le prestazioni.

BT Italia è la filiale italiana di BT Group e un operatore telco e IT che lavora con clienti business: grandi aziende, piccole e medie imprese e pubblica amministrazione. Oltre ai servizi internet e di telefonia fissa e mobile, di collaboration e di sicurezza, BT Italia offre una vasta gamma di soluzioni cloud innovative che si avvalgono di infrastrutture di rete e IT flessibili, dinamiche e performanti.    

 

Cloud aziendale e competitività

Un’azienda, piccola o grande che sia, che voglia di essere competitiva sul mercato, non può non avvalersi del vantaggio del cloud computing; questa tecnologia consente di fare un salto decisivo nella digital trasformation: consente di   abbandonare il concetto di infrastruttura fisica IT, di sfruttare risorse informatiche ospitate da terze parti, e garantisce l’accessibilità ai dati in qualsiasi momento e da qualsiasi dispositivo. Il tutto in modo sicuro e riducendo i costi. Leggendo le recensioni dei servizi BT Italia, sono proprio le caratteristiche di flessibilità, personalizzazione della soluzione, facilità di utilizzo e costi contenuti ad emergere in primo piano. Queste caratteristiche fanno sì che il cloud, pubblico privato o ibrido che sia, venga adottato sempre più favorevolmente anche dalle PMI, per la prima volta in grado di utilizzare infrastrutture e tecnologie altrimenti fuori dalla loro portata.  

L’importanza di una strategia di adozione del cloud aziendale

Il report IDC realizzato per BT Italia e Cisco fornisce dati interessanti su quanto è possibile ottenere dall’ottimizzazione della propria strategia cloud.

Se infatti ciascuna soluzione cloud, di per sé, dà già ottimi risultati, integrare tutte le soluzioni cloud in un’unica strategia coerente e integrata può produrre un ritorno dell’investimento ancora maggiore e ottimizzare la resa del singolo servizio. Dal report si evincono alcune evidenze importanti:

  • 4 aziende su 10 hanno già adottato servizi cloud pubblici o privati;
  • Il 54% si aspettano che le soluzioni cloud adottate, pubbliche, private o ibride, consentiranno di allocare il budget in modo più strategico;
  • Il 53% crede che il cloud aiuterà ad aumentare i ricavi;
  • Solo l’1% delle aziende intervistate ha al momento una strategia cloud ottimizzata, ma sono proprio queste le aziende che attestano i benefici più significativi in termini di business.

 

Le soluzioni cloud più diffuse

Tra i servizi cloud più comunemente adottati dalle aziende oggi in Italia emergono le soluzioni di cloud collaboration, per il lavoro in team da remoto, servizi e-mail, servizi per l’archiviazione e la gestione di file e big data, servizi di hosting di database, software per la gestione della finanza e della contabilità, Crm. Consultando le BT recensioni è possibile individuare soluzioni flessibili e dinamiche, adattabili ad aziende anche molto diverse per dimensione e per settore produttivo.

 

Il webmaster freelance

Il webmaster freelance è un libero professionista che si occupa dello sviluppo e della costruzione di siti web, concentrandosi sugli elementi fondamentali per la loro creazione. Anche se al giorno d’oggi un’azienda può aver bisogno di più figure che si occupino della costruzione di un portale o di un e-commerce, quel che è certo è che il ruolo del webmaster non può mai mancare e, ancor più se è freelance, la sua collaborazione può apportare numerosi vantaggi alle imprese. Per farla breve, un webmaster freelance può risolvere molte problematiche aziendali. Vediamo come.

Mansioni e competenze di un webmaster

Le mansioni del webmaster freelance vanno dall’acquisto e dalla registrazione del dominio alla scelta del CMS, dall’ottimizzazione SEO al monitoraggio e alla manutenzione del sito web. Ovviamente, essendo una figura in continua evoluzione, le sue mansioni sono tante e differenti, così come le sue competenze. Anche se non può possedere tutte le competenze che rispondano alle infinite possibilità di un sito web, deve comunque essere in grado di interagire con gli altri esperti (SEO, UX, web developer, ecc.) ed essere aperto al confronto.
Il webmaster conosce i vari linguaggi di programmazione (html, css, xml, Javascript, php, mysql) e i principi della grafica ed è in grado di configurare i server, gestire i domini e i database, ottimizzare il sito in termini di usabilità e di codice per massimizzare i tempi di caricamento.
Un buon webmaster freelance deve essere anche esperto di motori di ricerca e conoscere le esigenze del mercato per anticipare i competitor.

Perché assumere un webmaster freelance

Affidarsi ad un webmaster freelance presenta numerosi vantaggi e per questo permette di risolvere molte problematiche aziendali.

Costo: il primo e più importante vantaggio di lavorare con un webmaster freelance è di tipo economico: essendo un libero professionista, che lavora da casa o in ufficio, ha una tariffa molto più bassa rispetto ad una web agency di grandi dimensioni soggetta ai vari costi di gestione dell’attività (personale, utenze, affitti, ecc.), e inoltre i prezzi sono negoziabili. Questo è un vantaggio evidente per le aziende di piccole dimensioni, ma anche per le grandi società che possono usufruire di costi più bassi e della possibilità di ottenere risultati soddisfacenti in breve tempo.
Flessibilità: un altro vantaggio di assumere un webmaster freelance è la flessibilità: essendo un libero professionista, può essere contattato anche fuori dagli orari di ufficio. Difficilmente un’agenzia web è in grado di offrire un servizio altrettanto economico e adattabile alle esigenze del committente. Inoltre il webmaster freelance è professionale, aggiornato e ha interesse a lavorare con imprese di tutte le dimensioni, cercando di offrire servizi su misura per ogni tipo di cliente.
Qualità: poiché la concorrenza tra webmaster freelance è molto alta, ognuno cerca di dare il meglio in ogni progetto, anche per farsi un nome, e si impegna a realizzare progetti di altissima qualità. Un webmaster che lavora in maniera autonoma deve sempre avere idee fresche e all’avanguardia e, a differenza delle grandi società, non cerca di applicare a tutti i costi modelli vecchi e standardizzati, ma studia, di volta in volta, la soluzione migliore per il committente. Inoltre, non avendo un contratto a lungo termine, cercherà di svolgere il lavoro in maniera egregia, per poter collaborare ancora con lo stesso cliente.
Relazioni lavorative: pur lavorando da solo, un webmaster freelance ha una rete di conoscenze fatta di freelancer specializzati in altri ambiti che, al bisogno, può tornare utile al cliente.
Per tutte queste ragioni, affidarsi ad un webmaster freelance è la scelta migliore per chi vuole avviare un sito web di successo.

Come creare con facilità un fotolibro online

Vi siete fatti tentare e avete scaricato il software per creare un Fotolibro online? Avete fatto bene! Non sapete da che parte cominciare? Il download del software di Fotolibro Cewe è corredato da un’utile guida con molti suggerimenti per ottenere foto e album memorabili. Lasciatevi ispirare dai suggerimenti nella scelta dei temi più adatti ad ogni occasione!

Una volta salvate le vostre immagini con Cewe-importafoto, creare un album foto dei ricordi sarà davvero un gioco da ragazzi.

Ma così come è importante poter disporre di foto di buona qualità, anche la composizione dell’album segue le sue regole.

Per facilitare il vostro lavoro, eccovi cinque suggerimenti per migliorare il layout del vostro Fotolibro!

Less is More

Troppe foto non giovano alla salute del vostro album. Dovete lasciarle respirare, creando degli spazi vuoti che diano risalto all’immagine. Idealmente, piazzare una foto per pagina si rivela una buona scelta.

Non solo, il numero di foto che deciderete di inserire dovrà essere correlato alla grandezza dell’album.

Dieci foto disposte in due pagine nel formato Grande o XXL Verticale, fa una bella differenza. Nel primo caso, rischiereste di non rendere onore al viso di vostro figlio perché le immagini sono troppo piccole. Limitatevi, dunque, a non più di sei foto!

Focus

Se avete foto belle e di cui siete particolarmente fieri, come già detto sopra, dedicate loro un’intera pagina o addirittura un foglio. In questo modo, l’occhio saprà dove posarsi, suscitando la meritata attenzione.

Un altro modo per ottenere un simpatico effetto scenografico è quello di posizionare una foto di dimensioni più grandi, supportata da immagini di piccole dimensioni che raccontino la stessa storia, magari ampliandola.

Ad ogni pagina la sua composizione

Non tutte le foto sono fatte uguali. Alcune devono occupare una pagina intera, altre si possono accompagnare a foto più piccole, altre ancora possono convivere in ordine sparso. Perché vi sia voglia di sfogliare il Fotolibro, vi deve essere una varietà nella disposizione delle pagine. Non solo: scegliete con cura i temi affinché siano in linea con l’evento che intendete celebrare e ricordare.

Provate diverse composizioni, fino a trovare quella che colpisce piacevolmente l’occhio e non annoia.

Raccontate una storia

Le foto raccontano di noi e un Fotolibro racchiude la nostra storia, il nostro sogno. Se, per esempio, state creando l’album delle scorse vacanze, l’effetto che dovreste ottenere è quello di farli sentire come se fossero stati in viaggio con voi. Pensate, dunque, a come ingolosire i vostri amici non solo attraverso foto memorabili, ma anche attraverso un racconto cronologico che faccia desiderare di acquistare subito un volo per quella destinazione!

Preparate le foto in anticipo

L’uso del software renderà facile la composizione del vostro Fotolibro, ma c’è un lavoro preparatorio da fare: scegliere con cura le foto da inserire nell’apposito spazio per essere ripescate al momento opportuno. Quante foto? Scegliete un numero di foto triplo rispetto alle pagine dell’album. Sarete sicuri di non sbagliare.

Cosa aspettate quindi a creare il vostro primo fotolibro? Andate subito su: fotolibro-cewe.it