Il webmaster freelance

Il webmaster freelance è un libero professionista che si occupa dello sviluppo e della costruzione di siti web, concentrandosi sugli elementi fondamentali per la loro creazione. Anche se al giorno d’oggi un’azienda può aver bisogno di più figure che si occupino della costruzione di un portale o di un e-commerce, quel che è certo è che il ruolo del webmaster non può mai mancare e, ancor più se è freelance, la sua collaborazione può apportare numerosi vantaggi alle imprese. Per farla breve, un webmaster freelance può risolvere molte problematiche aziendali. Vediamo come.

Mansioni e competenze di un webmaster

Le mansioni del webmaster freelance vanno dall’acquisto e dalla registrazione del dominio alla scelta del CMS, dall’ottimizzazione SEO al monitoraggio e alla manutenzione del sito web. Ovviamente, essendo una figura in continua evoluzione, le sue mansioni sono tante e differenti, così come le sue competenze. Anche se non può possedere tutte le competenze che rispondano alle infinite possibilità di un sito web, deve comunque essere in grado di interagire con gli altri esperti (SEO, UX, web developer, ecc.) ed essere aperto al confronto.
Il webmaster conosce i vari linguaggi di programmazione (html, css, xml, Javascript, php, mysql) e i principi della grafica ed è in grado di configurare i server, gestire i domini e i database, ottimizzare il sito in termini di usabilità e di codice per massimizzare i tempi di caricamento.
Un buon webmaster freelance deve essere anche esperto di motori di ricerca e conoscere le esigenze del mercato per anticipare i competitor.

Perché assumere un webmaster freelance

Affidarsi ad un webmaster freelance presenta numerosi vantaggi e per questo permette di risolvere molte problematiche aziendali.

Costo: il primo e più importante vantaggio di lavorare con un webmaster freelance è di tipo economico: essendo un libero professionista, che lavora da casa o in ufficio, ha una tariffa molto più bassa rispetto ad una web agency di grandi dimensioni soggetta ai vari costi di gestione dell’attività (personale, utenze, affitti, ecc.), e inoltre i prezzi sono negoziabili. Questo è un vantaggio evidente per le aziende di piccole dimensioni, ma anche per le grandi società che possono usufruire di costi più bassi e della possibilità di ottenere risultati soddisfacenti in breve tempo.
Flessibilità: un altro vantaggio di assumere un webmaster freelance è la flessibilità: essendo un libero professionista, può essere contattato anche fuori dagli orari di ufficio. Difficilmente un’agenzia web è in grado di offrire un servizio altrettanto economico e adattabile alle esigenze del committente. Inoltre il webmaster freelance è professionale, aggiornato e ha interesse a lavorare con imprese di tutte le dimensioni, cercando di offrire servizi su misura per ogni tipo di cliente.
Qualità: poiché la concorrenza tra webmaster freelance è molto alta, ognuno cerca di dare il meglio in ogni progetto, anche per farsi un nome, e si impegna a realizzare progetti di altissima qualità. Un webmaster che lavora in maniera autonoma deve sempre avere idee fresche e all’avanguardia e, a differenza delle grandi società, non cerca di applicare a tutti i costi modelli vecchi e standardizzati, ma studia, di volta in volta, la soluzione migliore per il committente. Inoltre, non avendo un contratto a lungo termine, cercherà di svolgere il lavoro in maniera egregia, per poter collaborare ancora con lo stesso cliente.
Relazioni lavorative: pur lavorando da solo, un webmaster freelance ha una rete di conoscenze fatta di freelancer specializzati in altri ambiti che, al bisogno, può tornare utile al cliente.
Per tutte queste ragioni, affidarsi ad un webmaster freelance è la scelta migliore per chi vuole avviare un sito web di successo.

Comments

comments